VANGELO DOMENICA 17 DICEMBRE 2017 - Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 6-8. 19-28

VANGELO DOMENICA 17 DICEMBRE 2017 - Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 6-8. 19-28

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo:
«Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò:

 

«Io non sono il Cristo».

 

Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?».

 

«Non lo sono»

 

, disse. «Sei tu il profeta?».

 

«No», rispose.

 

Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose:

 

«Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».


Quelli che erano stati inviati veniva
no dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro:

 

«Io battezzo nell'acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».


Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Orizzonti di Speranza

Orizzonti di Speranza

Siamo alla III Domenica di Avvento. Gaudete. È l’invito di San Paolo. Con la lampada accesa andiamo incontro al Dio che si fa Bambino per la nostra salvezza. In questa domenica celebriamo la giornata del Seminario che dobbiamo amare con tutto il cuore. In questa istituzione antica e benefica si preparano con discernimento i futuri sacerdoti. Nel periodo formativo essi non sono separati dalla comunità ecclesiale, sono uniti e tutti noi dobbiamo sentire il dovere di dare il nostro aiuto per la vita del seminario. Oggi sono presenti e pregano con noi i giovani del seminario con il Rettore don Alessandro Grande e gli educatori. Sono anche presenti alcuni rappresentanti del gruppo Scout. Essi ci portano la Lampada della pace, luce attinta alla lampada votiva di Betlemme. Rimarrà accesa fino all’Epifania. Da qualche anno, con il generoso contributo di educatori e famiglie, è attivo il gruppo della “Creatività”. Realizzano oggetti vari, oltre a sperimentare la gioia di vivere insieme. Sul Sagrato della Chiesa, dopo la Messa delle 10.30, esporranno i loro lavori per autofinanziamento: l’acquisto di un tavolo nuovo di ping-pong.

                                    

 

                                                                                    Don Aldo

La storia di Giovanni Battista

Il 17 dicembre, III domenica di Avvento, durante la celebrazione della s. Messa delle ore 10.30 sarà presente in mezzo a noi la comunità del Seminario Arcivescovile di Otranto con il Rettore don Alessandro Grande.

 

Il seminario è il tempo privilegiato per la formazione dei futuri sacerdoti. Attualmente nel seminario arcivescovile sono tre i giovani di Galatina che stanno verificando la chiamata del Signore. Il compito della comunità è accompagnare con la preghiera e la testimonianza della vita cristiana tutti i giovani che sentono la chiamata alla missione.