VANGELO DOMENICA 28 Ottobre 2018 - Mc 10, 46-52 Dal Vangelo secondo Marco

VANGELO DOMENICA 28 Ottobre 2018 - Mc 10, 46-52 Dal Vangelo secondo Marco


In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire:

 

«Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».


Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte:

 

«Figlio di Davide, abbi pietà di me!».


Gesù si fermò e disse:

 

«Chiamatelo!».

 

Chiamarono il cieco, dicendogli:

 

«Coraggio! Àlzati, ti chiama!».

 

Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse:

 

«Che cosa vuoi che io faccia per te?».

 

E il cieco gli rispose:

 

«Rabbunì, che io veda di nuovo!».

 

E Gesù gli disse:

 

«Va', la tua fede ti ha salvato».

 

E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.

Indulgenze per i Defunti 

 

· Si concede l’Indulgenza plenaria, applicabile soltanto alle anime del Purgatorio, al fedele che: 

1. nei singoli giorni, dal 1° all’8 novembre, devotamente visita il cimitero e prega, anche soltanto mentalmente, per i defunti; 

2. nel giorno in cui si celebra la Commemorazione di tutti i fedeli Defunti visita piamente una chiesa o un oratorio e vi recita un Padre nostro e un Credo. 

 

· Si concede l’Indulgenza parziale, applicabile soltanto alle anime del Purgatorio, al fedele che, devotamente visita il Cimitero e prega, anche soltanto mentalmente, per i Defunti alle solite condizioni: Confessione Sacramentale, Comunione Eucaristica, animo distaccato dall’affetto al peccato, anche veniale, e preghiere secondo le intenzioni del Santo Padre. 

 

(Cfr. Enchiridion indulgentiarum 29)